1 gen 2019
Comunicazioni
Nuove gestioni per Acque Bresciane
Nuove gestioni per Acque Bresciane

 

Acque Bresciane comunica che dal 1° gennaio 2019 la Società prenderà in gestione l’intero servizio idrico nei comuni di Capriolo, Padenghe sul Garda e Lozio e gli acquedotti di Remedello e Rezzato portando così a 92 i Comuni gestiti nella Provincia di Brescia.  

Ecco nello specifico i 5 comuni entranti e le relative suddivisioni gestionali:

  • CAPRIOLO: acquedotto (subentro di Acque Bresciane dal 1 gennaio 2019), fognatura e depurazione già in gestione ad Acque Bresciane
  • PADENGHE SUL GARDA: acquedotto (subentro di Acque Bresciane dal 1 gennaio 2019), fognatura e depurazione già in gestione ad Acque Bresciane 
  • REZZATO: acquedotto (subentro di Acque Bresciane dal 1 gennaio 2019), fognatura e depurazione in gestione ad A2a ciclo idrico
  • REMEDELLO: acquedotto (subentro di Acque Bresciane dal 1 gennaio 2019), fognatura e depurazione in gestione ad A2a ciclo idrico
  • LOZIO: acquedotto, fognatura e depurazione (subentro di Acque Bresciane dal 1 gennaio 2019). Precedentemente da gestione in economia

Nei comuni di Capriolo, Padenghe sul Garda, Rezzato e Remedello la società Ireti del gruppo Iren, trasferisce così il ramo idrico ad Acque Bresciane anticipando le scadenze (Padenghe sul Garda unico a scadere nel 2019, Capriolo e Rezzato nel 2021, Remedello nel 2027). Per quanto riguarda Lozio, trattasi di un subentro totale su tutti i segmenti ereditando di fatto una gestione cosiddetta in economia.

Trasformazione e operazioni importanti che aumentano così il numero totale degli abitanti serviti da Acque Bresciane attestandosi attorno alle 531 mila unità.
 

Consulta la copia del comunicato stampa